Agriturismo

L'agriturismo Mulej si trova in una posizione soleggiata favorevole con una bellissima vista sulle montagne, vicino al lago di Bled.

Camere e appartamenti

A disposizione degli ospiti 5 camere doppie con letti aggiunti, 3 camere familiari e 2 suite, tutti i prezzi includono la prima colazione.

Escursioni nella zona

L'agriturismo Mulej si trova a soli 700 metri dal lago di Bled ea 1 km dal centro di Bled. Bled offre molte opportunità per lo sport e il tempo libero, oltre a vari eventi.

cibo fatto in casa

L'ottimo cibo viene coltivato nella fattoria dove abbiamo una varietà di animali domestici con cui i bambini possono allegramente nutrire e giocare.

freccia precedentefreccia precedente
freccia successivafreccia successiva
dispositivo di scorrimento

Data reddito

Data della partizione

Numero di esami

Sulla nostra offerta

Camere e appartamenti

cibo fatto in casa

Escursioni nella zona

A soli 700 m dal Lago di Bled

Bled offre molte opportunità per i vacanzieri attivi, ci sono molte opportunità per lo sport e la ricreazione (nuoto, canottaggio, escursionismo, ciclismo, avventure acquatiche,...), gli ospiti possono visitare una serie di eventi a Bled e nella zona circostante.

Le particolarità del nostro agriturismo sono:

  • Offriamo ai nostri ospiti cibo coltivato in azienda
  • Alleviamo gli animali della fattoria in modo amichevole
  • Nella gestione ci prendiamo cura della fertilità, quindi concimiamo il terreno in modo equilibrato
  • Produciamo 1 volte più elettricità in azienda di quella che consumiamo
  • La biomassa legnosa viene utilizzata per riscaldare due edifici più grandi a Bled
  • Abbiamo allestito diversi distributori automatici per la vendita automatica del latte
  • Organizziamo campi per bambini in fattoria con animatori e un programma

Appartamenti

€ 127,00 / Notte

Bagno Wifi Prima colazione La Fattoria Uno sguardo alla natura

Saremo lieti di offrirvi ospitalità in una nuova casa fuori dal paese, situata in una posizione tranquilla e soleggiata con una bellissima vista su Jelovica e Babji zob.La nuova casa dispone di otto ampie camere doppie con bagno e due letti aggiunti. Inoltre, abbiamo un appartamento per quattro persone. La sala da pranzo è destinata solo agli ospiti che dormono con noi.

Libro

Camere

€ 39,00 / persona

Bagno Wifi Prima colazione La Fattoria Uno sguardo alla natura

Saremo lieti di offrirvi ospitalità in una nuova casa fuori dal paese, situata in una posizione tranquilla e soleggiata con una bellissima vista su Jelovica e Babji zob.La nuova casa dispone di otto ampie camere doppie con bagno e due letti aggiunti. Inoltre, abbiamo un appartamento per quattro persone. La sala da pranzo è destinata solo agli ospiti che dormono con noi.

Libro

Storia della fattoria Mulej, Selo pri Bledu

La fattoria di Stojan a Bled Selo

La nostra famiglia, il maestro Jože, la moglie Damjana, i tre figli Jaka, Manja e Jani, sono gli orgogliosi eredi della fattoria Mulej, dopo la fattoria Stojan locale di Selo vicino a Bled.


Le fonti scritte più antiche menzionano otto fattorie a Selo vicino a Bled nell'XI secolo, che erano soggette al maniero di Radovljica. Poiché, sulla base dei dati del catasto fondiario e della situazione attuale nel villaggio, si può concludere che i nostri antenati avevano già una fattoria in quel momento, concludiamo che queste sono le prime menzioni scritte della nostra fattoria.


Il membro più anziano trovato nella catena genealogica della nostra famiglia con il cognome Mulej, il cognome Stojan e il vecchio numero civico Selo 14 è Anton Mulej, nato il 15 gennaio 1692 da padre Krištof e madre Jeri. A causa del nome locale e del numero civico, si può affermare con certezza che l'ubicazione dell'antica fattoria Mulej è sempre stata la stessa, lungo la strada nel centro del paese. Gli antenati hanno sempre avuto discendenti maschi, quindi il cognome Mulej è stato conservato in casa fino ad oggi. Si guadagnavano da vivere coltivando, allevando pecore e bovini, una parte importante della quale era l'agricoltura, come è ancora visibile oggi dove tutti un tempo avevano campi per coltivare cibo per la sopravvivenza di molte famiglie.

leggi di più

Degli antenati si sa più di Bartol / Jernej Mulej. 18/08/1821 La sua prima moglie, dalla quale ebbe cinque figli, morì. Si risposò ed ebbe dieci figli dalla sua seconda moglie. Quindi un totale di quindici. Il destino fu crudele, poiché annegò nel lago di Bled il 9 ottobre 1887. Fonti orali riferiscono che si è risentito con le persone sbagliate. Non è stato trovato fino a sei settimane dopo, quando ha nuotato in superficie. È stato anche l'ultimo a conoscere il segreto dei doppi pavimenti nelle nostre casse di legno. Il segreto è stato rivelato da mio padre Janez Mulej il 2 gennaio 1981. Durante le vacanze di Capodanno, puliva le casse di legno che un tempo servivano per la dote e per conservare varie cose utili, e prima che i segreti venissero rivelati, avevamo del grano immagazzinato in esse. In quel momento, mentre puliva un piccolo cassetto del comò, situato nell'angolo in alto a sinistra, scoprì che questo cassetto aveva un fondo insolitamente spesso. Ben presto, sul lato inferiore, invisibile all'occhio, scoprì una linguetta di legno che impediva l'apertura del doppio fondo. Quando premette questa linguetta, il doppio fondo si aprì facilmente e, con sua grande sorpresa, vide in esso una carta da giornale spiegazzata di monete d'argento austro-ungariche avvolte e ben divise. In tutto, tra il 1661 e il 1765 furono realizzate 62 monete d'argento.


Gli anni sulle monete d'argento dimostrano che il denaro è stato raccolto da diverse generazioni di antenati che vivevano sotto diversi sovrani austro-ungarici. Papà ha salvato con orgoglio la sua scoperta ed è ora in mostra ai nostri ospiti. Il filone della ricerca non gli dava pace, così ispezionò le altre cassapanche di legno e in una di esse scoprì proprio di avere lo stesso doppio fondo di quella in cui trovò i soldi. Non riusciva a immaginare di trovare qualcosa al suo interno, ma è esattamente quello che è successo. Nel doppio fondo trovò in una vecchia ricevuta fiscale scritta in gotico tedesco, un breve catechismo in sloveno avvolto nel 1838 e un libretto Kolera del 1831 con le istruzioni su come la gente comune può proteggere se stessa e la sua gente da questa terribile malattia.


I reperti sono sorprendenti e li proteggiamo come il più grande santuario per i nostri successori. Li mostriamo davvero solo a persone che mostrano un interesse speciale.Il prossimo proprietario della nostra fattoria fu Jožef Mulej, nato l'8 febbraio 1859. Si è formato per essere uno scalpellino e non era solo un agricoltore. Doveva essere particolarmente laborioso poiché ci lasciava molti dei suoi prodotti. Due tavoli in pietra sono stati installati da mio padre nel 1980 dopo la ristrutturazione della nostra casa nel paese di fronte all'ingresso, dove servono al loro scopo. Realizzò anche un numero enorme di cippi di confine, che ancora oggi segnano i confini delle nostre foreste. Ossia, visse nel periodo di privazione della terra, quando l'imperatrice Maria Teresa distribuì la terra ai contadini in base alle dimensioni del fienile che ogni contadino aveva. Purtroppo il nostro fienile a quel tempo non era tra i più grandi di Selo e avevamo solo 10 ettari di terreno. Posso dire con orgoglio, tuttavia, che i nostri antenati erano già persone oneste e laboriose, poiché il mio bisnonno, nonostante avesse posto pietre di confine, non lavorava disonestamente a suo favore. È anche interessante che Jožef abbia inciso le sue iniziali sulle pietre di confine nei boschi. Da allora in poi, la maggior parte dei figli maschi aveva nomi su J, quindi le iniziali del successore corrispondevano a JM come indicato sulle pietre.


Mio nonno, Janez Mulej, nato il 3 settembre 1893, era il successivo proprietario della nostra fattoria. Ha attraversato molte difficoltà nella sua vita. Ha trascorso ben sette anni nell'esercito. Combatté per la prima volta nella prima guerra mondiale in Galizia e sul fronte isontino. È stato anche premiato più volte lì. Ha ricevuto due medaglie al valore, una piccola medaglia d'argento al merito e una grande medaglia d'argento al valore. Quest'ultimo era una vera rarità tra i soldati sloveni e lo mostrava con particolare orgoglio. Dopo la prima guerra mondiale, rimase a casa solo per un breve periodo, quando dovette difendere la Carinzia slovena con i combattenti del Maestro. Dopo questo calvario senza un vero esito per la Slovenia, dovette servire regolarmente nell'esercito jugoslavo. Sette anni di servizio militare erano davvero troppi. Voleva quindi preservare tali esperienze in ogni modo possibile e, a causa della sua esperienza nella seconda guerra mondiale, voleva navigare attraverso il vortice della guerra da neutrale. La fattoria ha sofferto perché ha dato cibo a entrambe le parti. Era un paesano rispettato con la sua saggezza e prudenza. Prima della seconda guerra mondiale, costruì un nuovo fienile, il cui scheletro e il cui tetto servono ancora oggi allo scopo, e rinnovò anche completamente la casa. Quando lasciò la fattoria a suo figlio, mio padre Janez, nato il 13 settembre 1932, disse con orgoglio che gli avrebbe lasciato una fattoria ben tenuta e senza oneri, nella quale non avrebbe dovuto investire molto. Questo era vero per quei tempi intorno al 1960, ma a quel tempo stava ancora iniziando un rapido sviluppo tecnologico, che non aggirò nemmeno l'agricoltura socialista. Mio padre era uno degli agricoltori più avanzati, ispirato dalla concorrenza in Germania e Austria, che non era un affare per molti nei plumbei tempi socialisti. Il primo ha importato un tosaerba, un trattore, ha introdotto un pavimento a traliccio nel fienile e un essiccatore nel fienile. Ciò ha portato a investimenti e costruzioni costanti. Nel 1979 ha costruito una vecchia casa in paese per due piani e ha così guadagnato spazio in modo da poter iniziare a dedicarsi al turismo rurale. Questo divenne il successivo punto di svolta nello sviluppo della fattoria.
Quando io e mia moglie Damjana abbiamo rilevato l'azienda nel 1996, abbiamo dovuto decidere come procedere.


Dopo un'attenta considerazione, ci è apparso chiaro che la fattoria non ha reali opportunità di sviluppo in un luogo molto limitato nello spazio del villaggio. La tecnologia, la scala e tutto ciò che ne consegue devono essere diversi da cento anni fa man mano che la produttività progredisce e aumenta. Per questo motivo abbiamo spostato l'azienda fuori dal paese nel 1999, nel 2004 abbiamo costruito una casa per la nostra famiglia e per il turismo in una nuova posizione, e ora abbiamo buone possibilità di avere successo in futuro sia nel settore agricolo che turistico industrie.


Di meno

PRENOTAZIONI